Formazione, concluso il roadshow salernitano di ICE-Agenzia sul Contract

Confindustria Salerno è stata teatro della prima tappa italiana del roadshow formativo “Fare rete per il Contract”, un percorso formativo gratuito per medie e piccole imprese incentrato sull’importanza delle “azioni di rete” e dei “raggruppamenti di imprese per l’export” come strumento per migliorare la partecipazione e la competitività della filiera italiana nelle commesse di contract internazionale

 

Il corso, promosso da ICE-Agenzia nell’ambito del progetto Contract italiano, è durato tre giorni e ha visto la partecipazione di venti aziende campane dell’arredamento, edilizia, imprese specializzate e studi di progettazione.

«L’Associazione – ha dichiarato il Presidente del Gruppo Design, Tessile e Sistema casa di Confindustria Salerno, Valeria Prete – da sempre investe nella crescita culturale e aggregativa del sistema locale, collaborando, come in tale caso con ICE Agenzia, a organizzare iniziative di valore, che garantiscono un confronto di esperienze e portano “in aula” nuove conoscenze indispensabili a un’azienda per allargare gli orizzonti. Nello specifico, nel fare contract ciascuna azienda conserva la sua identità distintiva, pure entrando in uno strumento a rete. Può rivelarsi la strada per eccellere più consone alle nostre realtà di “artigianalità industriale”».

Il contract comprende sia la realizzazione di progetti “chiavi in mano”, spesso gestiti da contractor o studi di architettura e progettazione strutturati globalmente, che il coinvolgimento dell’intera filiera produttiva dei settori edilizia e arredamento nell’ambito dei rapporti di fornitura.

Le aziende che vogliono contribuire ai progetti contract devono essere in grado di fornire prodotti, servizi, assistenza alla progettazione e post vendita, sempre calibrando tutto sulla base delle esigenze del cliente. Un approccio integrato che presuppone un sufficiente grado di internazionalizzazione ed un investimento nello sviluppo dei mercati esteri attraverso risorse mirate e dedicate.

A guidare il percorso due esperti del settore della Faculty ICE, il professor Antonio Catalani docente senior SDA Bocconi e l’architetto Armando Bruno dello studio Marco Piva, uno dei principali studi di architettura italiano specializzato in contract.

 

I lavori hanno offerto spunti per cogliere le opportunità di crescita legate al mercato internazionale del contract con particolare riguardo ad alcuni mercati target; sono state fornite informazioni sugli aspetti strategici, tecnici e normativi dei contratti di rete come strumento e modello organizzativo per approcciare al mercato del contract al fine di favorire la formazione di cordate italiane in commesse contract internazionali.

Please follow and like us:
Facebook
Twitter
YouTube
Pinterest
LinkedIn
Instagram

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi