XIX edizione della BMTA, a Paestum dal 27 al 30 ottobre

bmta 2016Da giovedì 27 a domenica 30 ottobre 2016 si svolgerà a Paestum la XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, promossa dalla Regione Campania in collaborazione con la Città di Capaccio Paestum, la Provincia di Salerno, il Parco Archeologico di Paestum, la Scabec spa Società Campana per i Beni Culturali e ideata e organizzata dalla Leader srl con la direzione di Ugo Picarelli: l’area adiacente al Tempio di Cerere, il Museo Archeologico Nazionale e la Basilica Paleocristiana continueranno a essere le meravigliose location della Borsa

La BMTA si conferma un format di successo – testimoniato dalle prestigiose collaborazioni di organismi internazionali quali UNESCO, UNWTO e ICCROM – e un evento originale nel suo genere: sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico, con 100 espositori di cui 20 Paesi esteri, e di ArcheoVirtual, l’innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali; luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale ed al patrimonio; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati; opportunità di business nella splendida cornice del Museo Archeologico con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit proveniente da 8 Paesi (Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Regno Unito, Spagna, Svizzera) e l’offerta del turismo culturale e archeologico.

 

Il programma prevede più di 60 appuntamenti e diverse sezioni speciali: ArcheoIncontri per conferenze stampa e presentazioni di progetti culturali e di sviluppo territoriale; ArcheoLavoro orientamento post diploma e post laurea con presentazione dell’offerta formativa a cura delle Università presenti nel Salone; ArcheoStartUp in cui si presentano nuove imprese culturali e progetti innovativi nelle attività archeologiche; ArcheoTeatro che prevede spettacoli e workshop di orientamento e formazione teatrale; Incontri con i Protagonisti nei quali il grande pubblico interviene con importanti archeologi e i noti divulgatori della TV; International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, il Premio alla scoperta archeologica dell’anno; Laboratori di Archeologia Sperimentale per la divulgazione delle tecniche utilizzate nell’antichità per realizzare i manufatti di uso quotidiano; Premio “A. Fiammenghi” per la migliore tesi di laurea sul turismo archeologico; Premio “Paestum Archeologia” assegnato a coloro che contribuiscono alla valorizzazione del patrimonio culturale; visite guidate ed educational per giornalisti e visitatori.

 

La BMTA, considerata sin dal suo inizio da UNESCO e UNWTO “best practice di dialogo interculturale”, ha voluto dedicare a Palmira la sua XIX edizione: la tragedia che insanguina il Vicino Oriente sta mettendo in pericolo l’esistenza, non solo delle persone, uccise o costrette alla fuga e all’esilio, ma anche di patrimoni culturali, che rappresentano allo stesso tempo identità e storia di importanti civiltà. La Siria è la regione dove si è sviluppata la civiltà urbana e la straordinaria città carovaniera di Palmira, all’interno di un’oasi rigogliosa e verdeggiante, è il simbolo di un incontro di culture.
#Unite4Heritage (Uniti per il patrimonio culturale) è l’hashtag lanciato dall’Unesco affinché anche i social network contribuiscano a creare una sensibilità diffusa sull’importanza di proteggere, tutti insieme, il patrimonio culturale dell’umanità. La Borsa ha ritenuto quindi di dare attenzione rilevante a Palmira inserendo nella propria immagine coordinata l’hashtag #Unite4Heritage for Palmyra unitamente a una foto del sito, organizzando una conferenza dallo stesso titolo, dedicandole uno spazio nel salone espositivo e svolgendo la seconda edizione del prestigioso “International Archaeological Discovery Award” intitolato al suo archeologo Khaled al-Asaad, che tutti ricordano per aver pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale.

 

“#UNITE4HERITAGE FOR PALMYRA” CON LA PARTECIPAZIONE DELLA FIGLIA DI KHALED AL-ASAAD, L’ARCHEOLOGO TRUCIDATO DALL’ISIS
Sabato 29 ottobre avrà luogo la Conferenza #Unite4Heritage for Palmyra, moderata dal giornalista de “Il Corriere della Sera” Paolo Conti, con Fayrouz Asaad archeologa e figlia di Khaled al-Asaad, Francesco Caruso Consigliere ai Rapporti Internazionali e all’Unesco del Presidente della Giunta Regionale della Campania, Paolo Matthiae Archeologo e Direttore della Missione archeologica in Siria “Sapienza” Università di Roma, Fabrizio Parrulli Comandante Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, Mohamad Saleh Ultimo Direttore per il Turismo di Palmira, Andreas M. Steiner Direttore di “Archeo”.

 

ARCHEOVIRTUAL, IL FIORE ALL’OCCHIELLO DELLA BORSA
ArcheoVirtual, Mostra e Workshop dedicati all’archeologia virtuale, è la sezione realizzata in collaborazione con l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR.
Le tecnologie più avanzate incontrano il mondo dell’archeologia nell’emozionante galleria di ArcheoVirtual – quest’anno dedicata al tema del paesaggio – che permetterà ai visitatori, grazie alle originali produzioni interattive e virtuali, di essere catapultati nell’antichità e cimentarsi così in un viaggio nel tempo.
Il Workshop di sabato 29 ottobre “Archeologia virtuale ed entertainment per il turista del terzo millennio” tratterà dell’archeologia virtuale come valore aggiunto in progetti sviluppati nel settore dell’intrattenimento, in particolare spettacoli live e video giochi. Si discuterà di “creative industries” e turismo culturale, delineando una nuova alleanza possibile tra ricerca, istituzioni culturali e imprese. Gli ospiti interverranno presentando due casi esemplari: il musical rock “Divo Nerone” e il progetto europeo sui videogames “Reveal”.

 

La BMTA, a pochi giorni dall’apertura, registra una straordinaria crescita di interesse da parte del pubblico virtuale: oltre 16mila “mi piace” su Facebook, 4500 “follower” su Twitter e quasi 500 su Instagram: è dunque attraverso i principali social network – Facebook, Twitter e Instagram, che si aggiungono al sito internet – che la Borsa aggiorna le iniziative e racconta le attività in programma.

Più di 40mila persone hanno interagito sulla pagina Facebook nel corso degli ultimi 30 giorni: qui si rileva una forte presenza di pubblico femminile (64%) e di giovani (il 37% del pubblico è costituito da persone in una fascia d’età compresa tra i 25 e i 34 anni) su una rete di provenienza mondiale.

La comunicazione social rientra nel più ampio Piano di Comunicazione integrato e coordinato della Borsa, che prevede anche le dirette streaming delle principali conferenze sul canale Youtube.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi