Tratti di donne, in mostra tutti i colori dell’impresa

TRATTI DI DONNE LOGO copyMercoledì 18 giugno si apriranno le porte di Confindustria Salerno che ospiterà il Vernissage organizzato in occasione dell’uscita del volume Tratti di donne, un progetto editoriale, curato dalla dottoressa Giuliana Saccà, che nasce con l’obiettivo di raccogliere testimonianze di imprenditorialità contemporanea, utilizzando lo storytelling quale strumento di comunicazione privilegiato, per rendere chiara e permeabile l’autenticità e l’unicità di vissuti esperienziali, capaci di dimostrare l’irrinunciabilità del racconto, al fine di divulgare l’eccellenza del territorio. Alla presentazione dell’iniziativa ai media, inaugurata dal Presidente Mauro Maccauro, primo sostenitore del progetto, seguirà la visita della mostra organizzata per rendere fruibile, attraverso un format innovativo il volume in uscita

Arte, storytelling e management, come recita il sottotitolo, diventeranno le tre keywords di un pomeriggio all’insegna del networking che ha l’obiettivo di far diventare l’uscita pubblica del volume il palcoscenico privilegiato di relazioni imprenditoriali in una logica nuova, maggiormente dinamica e accattivante.

L’idea che sottende la costruzione del format dell’evento si sostanzia nella volontà di scomporre il volume per renderlo intellegibile nelle sue varie componenti, andando così a costituire un percorso esperienziale di visita, in grado di sollecitare contestualmente i cinque sensi, diretto e curato nella fase di progettazione dall’architetto Alessandra Pedone di A4 Design.

Il visitatore sarà, pertanto, coinvolto contestualmente in un percorso multimediale, che va dalla Business She Room con l’esposizione delle aziende partecipanti, alla vera e propria mostra delle tele della Collezione Julia De Mat, leitmotiv del progetto grafico del volume, tra musica, video e altre sollecitazioni sensorie, condite con un momento conviviale.

Un evento che si configura quale promotore di un nuovo sentire imprenditoriale che riporta l’attenzione sulla necessità e l’urgenza di rendere maggiormente fluida la comunicazione tra gli attori sociali di un territorio, in particolare tra le imprese stesse, agevolando quel networking di eccellenza che permetta loro di fare rete.

I prodromi di questo progetto si rintracciano nel percorso di apprendimento esperienziale She Business-Leadership & Self empowerment, svoltosi nell’anno 2013, promosso dal Comitato Femminile plurale in seno a Confindustria Salerno, sotto la Responsabilità del suo Presidente, Stefania Rinaldi, protagonista del volume e promotrice entusiasta dell’evento finale.
Un progetto che nel naming stesso, She Business, fare business tra donne, ha trovato il suo principale scopo e risultato testimoniato dal fatto che parte delle aderenti sono diventate le protagoniste di Tratti di donne e alcune delle stesse si sono riunite sotto il marchio IMOOD, diventato di seguito partner dell’evento; una nuova iniziativa imprenditoriale nella filiera dell’arredo promossa da Paola Cianciullo, Presidente Gruppo Legno Arredo di Confindustria Salerno, con l’obiettivo di realizzare soluzioni integrate capaci di promuovere l’italian style.

Il progetto Tratti di donne, che gioca sull’anagrammatico tra donne, quasi a rimandare a una conversazione destrutturata tra pari, è stato presentato il 5 Dicembre scorso, nell’ambito di una splendida serata di beneficenza dal titolo “Io VoloAlto”, nella prestigiosa sede dell’Hotel Scapolatiello di Cava de’ Tirreni, grazie alla fattiva partecipazione della storica struttura ricettiva da un lato, quale sede ospitante, e di Confindustria dall’altro, quale promotore dell’iniziativa. 

Il celebrato sodalizio con un’importante realtà del terzo settore quale VoloAlto Onlus, diretta e organizzata da Maria Carmela Morra che, con l’autrice e il gruppo di lavoro tutto, condivide obiettivi sempre più ambiziosi di partnership, tra cui il laboratorio di scrittura creativa che vedrà coinvolti i ragazzi di VoloAlto che sarà inaugurato a seguito dell’evento, testimonia la necessità sempre più diffusa di pensare e realizzare iniziative a favore e sostegno della comunità, ribadendo il forte legame tra individui, imprese e territorio. Una riuscita operazione di engagement che conferma la centralità di legare sempre più cultura ed economia, crescita e sviluppo, a partire da una ritrovata propulsività che sappia testimoniare, non solo l’importanza dell’innovazione, bensì la capacità di comunicarla per renderla patrimonio condiviso.

Tratti di donne rappresenta un vero e proprio progetto di comunicazione dell’innovazione che per le sue precipue caratteristiche è stato presentato anche nell’ambito dell’8° Edizione del Premio Best practices, su invito del suo responsabile organizzativo, Giuseppe De Nicola, testimoniando l’espressione di un progetto più ampio che ha lo scopo di ribadire la centralità della storia d’impresa quale mezzo di comunicazione istituzionale innovativo; il volume stesso rappresenta solo una prima tangibilizzazione, che ha l’ambizione di raccogliere sotto il suo brand, storie di eccellenza di un tessuto imprenditoriale fertile che necessita sempre più di essere raccontato.

Per le medesime caratteristiche di conciliare in un saggio, arte, cultura, impresa, proponendosi come format innovativo di pubblicazione, Tratti di donne, è stato inserito nell’ambito delle anteprime dell’iniziativa culturale Festival della Letteratura di Salerno, che dal 23 al 29 Giugno 2014 animerà l’intera città con una costellazione di eventi in forma itinerante sul territorio; manifestazione organizzata da Ines Mainieri che sarà ospite in occasione dell’evento del 18 Giugno.

 

Il pregevole quadro dei partner istituzionali del progetto si completa, grazie al sensibile sguardo del Professor Alfonso Amendola che ha voluto accordare allo stesso il suo pieno sostegno, del Patrocinio Culturale di OPEN CLASS – Università & Territorio, promosso dalle cattedre di Sociologia degli audiovisivi sperimentali, Sociologia delle arti elettroniche e Teorie e tecniche dei media digitali dell’Università degli Studi di Salerno.

 

La mostra Tratti di donne, inoltre, sarà ospite a luglio del Marte Mediateca di Cava de’Tirreni che conferendo il Patrocinio culturale della Direzione Scientifica all’intera iniziativa, contribuirà a favorire una maggiore e più trasversale fruizione del progetto. Una serie di collaborazioni che denotano la volontà di fare rete per promuovere nuove formule espressive che ibridando arte, storytelling e management, scommettono sulla sempre più auspicabile relazione tra individui, imprese, territori.

 

Please follow and like us:
Facebook
Twitter
YouTube
Pinterest
LinkedIn
Instagram

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi