Foodtech, nasce in Campania In Cibum Lab

La call per l’ammissione alla prima edizione sarà presentata domani venerdì 28 febbraio alle ore 11:00 presso la sede del Gruppo Formamentis, promotore dell’iniziativa realizzata in partnership con D’Amico, Illy, Electrolux Professional, Petra Molino Quaglia, Monograno Felicetti e Robo

Il mercato legato al cibo e, in particolare, all’innovazione applicata al cibo e al food related, è in costante crescita. Per intercettare questo trend Formamentis Group, tra i più importanti player della formazione e della ricerca di personale in Italia, raddoppia la scommessa e dopo il lancio di “In Cibum”, la prima Scuola di Alta Formazione Gastronomica del Sud, rinnova il suo impegno nel settore con In Cibum Lab, tra i pochi incubatori in Italia specializzati nel settore. Aperto a imprese costituite o in fase di costituzione del settore food e foodtech, In Cibum Lab è un laboratorio di innovazione che mette insieme servizi di accelerazione imprenditoriale con l’opportunità di sperimentare soluzioni e idee grazie alle attrezzature della Scuola e a uno strutturato network di competenze formato da docenti universitari, chef stellati, imprenditori e operatori del settore.

L’hub ha sede presso la sede di In Cibum a Pontecagnano Faiano, in provincia di Salerno.

I PARTNER
Partner dell’iniziativa alcune delle più importanti aziende italiane del settore: Illy, Electrolux Professional, Petra Molino Quaglia, Monograno Felicetti, D’Amico e Robo, già main sponsor della Scuola di Alta Formazione Gastronomica.

Partner scientifico è l’Università di Salerno con il Dipartimento di Scienze Aziendali – Management & Innovation Systems.

PRESENTAZIONE DELLA CALL VENERDÌ 28 FEBBRAIO
La call per l’ammissione alla prima edizione sarà presentata presso la sede di In Cibum Lab, a Pontecagnano Faiano, domani venerdì 28 febbraio 2020 alle ore 11:00 da Giuseppe Melara, presidente e Amministratore Delegato di FMTS Group, Valeria Fascione, Assessore alle Startup, Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Campania, ed Enzo Vizzari, coordinatore scientifico di In Cibum e Direttore delle Guide de L’Espresso.

Ai progetti selezionati verrà offerto un “Grant Award”, pari alla copertura totale degli oneri di partecipazione al programma di accompagnamento e di accelerazione della durata di tre mesi, convertibile in equity all’interno del capitale dell’impresa, in linea con quanto avviene all’interno dei più importanti hub di accelerazione italiani.
Dopo la selezione, le startup accedono ad un programma di 12 settimane durante il quale hanno la possibilità di consolidare il proprio modello di business e si preparano ad affrontare investitori, mercato e i propri obiettivi di crescita attraverso la definizione di strategie di go-to-market, internazionalizzazione, piani per lo scale-up industriale e lo sviluppo di prodotti grazie alla contaminazione di realtà e approcci differenti e complementari.

A guidare il progetto è Deborah Moriello: «Le imprenditrici italiane – ha dichiarato la coordinatrice di In Cibum Lab – sono preparate, hanno idee, tenacia e coraggio. Le donne ci sono e innovano, anche nel food. Un hub dell’innovazione nell’ambito food nel Sud Italia vuole essere anche un propulsore per l’imprenditoria femminile, e il fatto che ci sia una donna alla guida di questo progetto è indicativo della filosofia che sta alla base di tutto il gruppo Formamentis».

DEMETRA, HOLDING DEDICATA ALLE STARTUP FOODTECH
A finanziare il percorso delle startup selezionate sarà Demetra, la nuova holding promossa da Fmts Group, che punta così a stimolare la creazione di un ambiente favorevole alla nascita di nuove imprese altamente specializzate nel settore food attraverso un meccanismo equity based.

«La scelta di attivare un hub dell’innovazione in ambito food nel Sud Italia – ha affermato Tommaso D’Onofrio, advisor Incibum Lab e board member Demetra Holding – rappresenta una sfida complessa, ma allo stesso tempo affascinante. L’obiettivo di attivare forme di sostegno equity based alle imprese è in linea con gli obiettivi europei di crescita di queste forme di finanza alternativa a quella tradizionale».

«Dopo il successo di In Cibum – conclude Valentino Villecco, direttore generale Formamentis Group – l’avvio di un luogo di confronto in cui le imprese, all’interno di un modello virtuoso, possano dialogare efficacemente rappresenta un passaggio strategico fondamentale nel percorso di crescita costante del nostro Gruppo».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi