Come elaborare un curriculum professionale, con esempi

Qual è la maniera più efficace di scrivere un CV? Scopri i migliori consigli per scrivere il tuo curriculum professionale

 

Ora che i vaccini ci stanno finalmente permettendo di ritornare (gradualmente) alla normalità, il mercato del lavoro pare sbloccarsi. Con l’estate dietro l’angolo, poi, i lavoratori stagionali e quelli del settore turistico sono alla ricerca del loro prossimo impiego.

Per farsi notare e riuscire ad approfittare delle posizioni create in queste circostanze favorevoli, però, è necessario avere un curriculum che risalti tra tante candidature. Chi non ama scrivere può seguire i consigli degli esperti e trovare molti esempi di curriculum online, anche gratis.

Se questo è il tuo caso, continua a leggere: questo articolo contiene tutte le dritte che ti servono per creare un curriculum impressionante in pochi passi.

La struttura del curriculum

Quando scrivi il tuo curriculum, ricordati sempre che il CV deve essere pensato per facilitare la vita al lettore. Tieni a mente che i selezionatori dedicano pochissimo tempo a ogni CV: più precisamente, appena 6 secondi per curriculum.

Anche se comprensibile perché il numero di candidati per una sola posizione può essere elevatissimo, questo dato può essere frustrante. Difficilmente il tuo CV sarà letto per intero, è più probabile che gli addetti delle risorse umane si concentrino sulle parti per cui hanno più interesse.

Ecco quindi che la struttura diventa fondamentale per aiutarli a trovare i dati che cercano. Per farlo, pensa alle aree che un curriculum in generale, e quello per una candidatura in particolare, deve includere.

Esempio di struttura per CV da professore universitario

Se cerchi di entrare nel mondo accademico, già sai che pubblicazioni e ricerca contano tanto quanto le esperienze professionali. Ecco un elenco di sezioni da considerare per un CV da professore:

  • Introduzione
  • Esperienze professionali e corsi tenuti
  • Pubblicazioni e ricerca
  • Workshop, seminari e conferenze
  • Titoli accademici e formazione
  • Lingue straniere e altre abilità extra
  • Informazioni di contatto

 

Come scrivere le esperienze professionali

Come puoi immaginare, la sezione delle esperienze professionali è una delle più importanti e spesso quella su cui più si concentra il lettore. Tutti sanno che le esperienze professionali vanno messe in ordine cronologico inverso, indicando chiaramente le date e i nomi delle aziende per cui hai lavorato.

Ma come scrivere una sezione d’impatto? La maggior parte dei candidati si limita a fare un lungo elenco delle proprie responsabilità e delle mansioni svolte nell’azienda. Ma questo prova solo che hanno svolto un lavoro, non come.

Concentrati sui risultati invece che sulle descrizioni. Pensa che gli addetti alle risorse umane vedono centinaia di profili professionali simili al tuo, ma quello che è davvero unico è il valore che puoi portare all’azienda o all’organizzazione.

Parla di percentuali di successo e cifre di vendita, di soddisfazione dei clienti, o del numero di colleghi che hai formato. Usa dati concreti, numeri e percentuali, che migliorano la leggibilità del documento e lasciano un’impressione duratura.

 

Esempio di esperienza professionale per un’assistente di volo

Pensi che i numeri siano solo per contabili e venditori? Dai un’occhiata a questo esempio di descrizione di esperienza professionale per un CV da assistente di volo:

 

Assistente di volo per Vueling Airlines, Team Leader (Barcellona, 2018 – oggi)

  • Formato e guidato 14 assistenti di volo in 3 anni
  • 100 ore di volo
  • Percentuale soddisfazione passeggeri: 96% (misurata con sondaggi a fine volo a partire dal 2020)
  • Introdotto iniziative come il questionario benessere psicologico per il team e attività di team building

L’introduzione al curriculum

Forse è la prima volta che ne senti parlare, ma se il tuo CV non contiene un’introduzione, è il momento di aggiungerla.

 

L’introduzione (anche chiamata obiettivo) è un breve paragrafo iniziale che va piazzato in cima al documento, sotto il tuo nome e titolo professionale. Si può considerare come un biglietto da visita che dà in poche parole un’idea del tuo profilo.

 

Non limitarti a fare un riassunto di quello che si troverà comunque sul CV. L’introduzione è un’occasione unica per fare subito colpo con le tue caratteristiche più impressionanti e per far capire che sei perfetto/a per questa particolare posizione (infatti l’introduzione deve essere personalizzata ogni volta e resa specifica per il posto per cui ti candidi).

 

Molti decidono anche di approfittare dell’introduzione per illustrare brevemente i propri obiettivi professionali.

Esempio di introduzione al CV di per un programmatore

Il mondo della programmazione è vasto e in continua evoluzione. L’introduzione è molto utile per dare un’idea più specifica delle proprie capacità e dei progetti cui si è soliti lavorare.

Programmatore front-end specializzato nello sviluppo di siti web e app. Javascript, React, Flutter, Python, etc. Appassionato di progetti open-source ed educativi. Alla ricerca di una start up in forte espansione dove poter crescere e arrivare a guidare un team nei prossimi 3 anni”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi