Mercato digitale, una soluzione per combattere la crisi economica

Con un semplice clic è possibile abbattere le barriere dello spazio e i confini dei costi, scegliere il prodotto con il miglior rapporto qualità prezzo, risparmiare e approfittare di offerte e sconti

 

In un periodo particolare della storia contemporanea dell’umanità, il Coronavirus ha destabilizzato la già troppo fragile finanza ed economia mondiale, in una maniera brutale per venditori e imprese, neanche lontanamente immaginabile nei migliori film catastrofici e apocalittici. Nei mesi che vanno da fine febbraio a maggio 2020, le borse di tutto il mondo hanno chiuso quasi sempre a ribasso registrando pesanti perdite, molti negozi fisici hanno dovuto chiudere l’attività per motivi di sicurezza e per rispettare il periodo di quarantena e, di conseguenza, le attività commerciali più deboli non hanno riaperto (e queste rappresentano un’altra buona percentuale); altre attività hanno riaperto con grande difficoltà.

Un effetto paradossale si è avuto invece nel settore del mercato digitale, in cui le e-Commerce ha cavalcato l’onda di una tempesta economica dimostrando di saper superare qualsiasi tipo di imprevisto. Diversi i motivi che hanno condotto a questi risultati positivi.
L’universo del Web è una macchina instancabile attiva 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e funziona a colpi di visibilità. Questo significa che attraverso la codificazione degli hashtag e delle parole chiave relative a un business o un settore, un’impresa o un venditore può essere attivo nei motori di ricerca e sui social network attraverso video, blog, rubriche, immagini e ovviamente, le foto dei prodotti. Non solo, ad aiutare il business digitale ci sono anche i siti di market place, alcuni molto grandi e importanti che muovono miliardi di dollari ogni anno. I social network offrono dei pacchetti speciali per le aziende con funzioni personalizzate per le immagini, i video, le inserzioni Facebook per attirare i clienti o le sponsorizzazioni su Instagram. In un periodo in cui tutto il mondo è rimasto chiuso in casa, l’universo multimediale diventava l’unica finestra cui affacciarsi.

 

Il problema dell’antidoto alla crisi economica: il vaccino contro le perdite finanziarie

Il 2020 ha visto degli eventi straordinari e le parole antidoto e vaccino sono diventate molto più importanti di quanto già non lo fossero prima. Sia in campo medico, che nel settore economico e finanziario, il problema dell’antidoto alla crisi economica ha avuto come protagonista nella prima metà di quest’anno lo shopping online, primo efficace vaccino contro le perdite finanziarie. Sfogliando le notizie sul Web riguardo le percentuali e le statistiche degli acquisti online nel periodo compreso fra fine febbraio e inizio maggio, si scopre come l’eC-ommerce sia stato il vero motore di un’economia in continua perdita: internet e i social si sono dimostrati un veicolo sicuro per tantissime persone.

Non solo la Grande Distribuzione Organizzata ha tratto beneficio dal business digitale, ma anche le piccole e medie imprese e i venditori. Al di là dei fattori negativi o contrari che si possono trovare nel business online delle e-Commerce, quasi l’80% delle persone ha superato le proprie paure e ha fatto il primo acquisto online, questi sono solo alcuni dei dati positivi ottenuti dall’eCommere nel primo semestre 2020, dati che sono destinati a crescere nel prossimo decennio in maniera smisurata.

 

Al di là dei vantaggi e degli svantaggi dell’eCommerce nel business digitale

Per comprendere meglio la digitalizzazione dell’economia, c’è bisogno di analizzare i pro e i contro dell’e-Commerce. Il business digitale consente alle imprese e ai venditori di aprire una vetrina online, ottimizzare la conversione degli utenti in clienti attraverso le parole chiave, fornire contenuti di interesse per il proprio target di riferimento (rubriche, consigli, recensioni), installare la propria vetrina digitale attraverso foto e immagini. Questi sono solo alcuni dei vantaggi, perché con un semplice clic è possibile abbattere le barriere dello spazio e i confini dei costi, scegliere il prodotto con il miglior rapporto qualità prezzo, risparmiare e approfittare di offerte e sconti. Il marketing digitale è la nuova frontiera delle transazioni online fra venditore e acquirente.

Se per i venditori il business online presenta più vantaggi che svantaggi, gli acquirenti dovranno prestare particolare attenzione ai fattori contro dello shopping online. Acquistando tramite e-Commerce non è possibile toccare la merce con mano, provarla o testarla, bisogna affidarsi alle foto, leggere con attenzione la descrizione e le caratteristiche della scheda prodotto e affidarsi soltanto ai market place più sicuri e frequentati dagli utenti, per scongiurare il rischio di frodi o furti dei danni. L’attenzione deve sempre essere massima da parte dell’acquirente, onde evitare l’acquisto di merce scadente.

Il business del mercato digitale può essere una soluzione per combattere la crisi economica soprattutto per i venditori, gli acquirenti devono abituarsi alla digitalizzazione dell’economia e imparare a prestare attenzione quando acquistano un prodotto. Per ora l’eCommerce ha risposto bene al problema dell’antidoto alla crisi, dimostrandosi un vaccino efficace e funzionale contro le perdite finanziarie. Non c’è da stupirsi se questo era già avvenuto in situazioni precedenti che erano analoghe, come la grande crisi delle banche più di un decennio fa.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi