CTI FoodTech, un totem igienizzante termoscanner in dono al Duomo di Salerno

Ingressi in sicurezza di fedeli e turisti nel luogo simbolo della città a partire da giugno
 

CTI FoodTech ha deciso di donare all’Arcidiocesi di Salerno un innovativo totem igienizzante termoscanner anti COVID-19 con contatore per accessi, pensato e realizzato innanzitutto per rispondere all’esigenza di gestire in sicurezza le presenze dei lavoratori all’interno delle proprie aziende ma perfetto anche per monitorare gli ingressi in luoghi diversi dalla fabbrica.

Il totem sarà installato nel mese di giugno presso il Duomo di Salerno per favorire accessi in sicurezza di fedeli e turisti.

«Grazie a TARS sarà possibile garantire accessi in sicurezza ad uno dei luoghi simbolo della nostra città e della Campania, il Duomo di Salerno – sottolinea il CEO Biagio Crescenzo con la speranza che possa rimettersi in moto il turismo nei nostri luoghi meravigliosi». 

Il totem, rinominato “TARS –  Termoscanner automatic recognition system”, è un sistema all-in-one caratterizzato da un design innovativo e da una struttura interamente in acciaio inossidabile. Il sistema è in grado di rilevare la temperatura corporea mediante la scansione del polso e rilevare l’utilizzo della mascherina necessaria a consentire l’ingresso. Inoltre, consente o inibisce automaticamente il passaggio del personale e degli utenti, gestendo gli ingressi mediante badge, password e QR code. Per evitare il rischio assembramenti, può essere dotato di un sensore per il conteggio degli accessi.

Uno strumento efficace per garantire il rispetto dei protocolli anti-contagio rivolto a tutte le aziende e ad attività come hotel, scuole, supermercati, ristoranti, centri commerciali e musei.

«Nel periodo di lockdown la filiera dell’agroalimentare e della logistica non si sono mai fermate. I nostri clienti ci hanno segnalato la problematica di continuare la produzione garantendo totale sicurezza ai dipendenti, nel rispetto dei protocolli ministeriali. Un risultato che non potevano ottenere solo con l’utilizzo delle mascherine e dei dispenser di gel igienizzanti. Inoltre, riscontravano grandi difficoltà nella misurazione della temperatura all’ingresso e nell’allocazione di risorse lavoro destinate a questo compito con un ulteriore aggravio di costi», racconta il CEO di CTI Foodtech Biagio Crescenzo. «Da qui l’idea di realizzare un sistema per favorire la sicurezza sul luogo di lavoro, attraverso il controllo automatizzato di temperatura e accessi, l’erogazione di gel igienizzante e la possibilità di conteggiare ingressi e uscite».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi