Rischi e opportunità del WEB 3.0 e delle tecnologie che lo compongono

Web 3_0Il libro di Rudy Bandiera, fra i maggiori esperti in Italia di web, online marketing e social media, esplora gli effetti delle grandi trasformazioni che hanno cambiato le nostre vite

 

Le visioni e le intuizioni che tentano di interpretare le grandi trasformazioni del nostro tempo sono assolutamente preziose. Il libro di Rudy Bandiera, fra i maggiori esperti in Italia di web, online marketing e social media, “Rischi e opportunità del web 3.0 e delle tecnologie che lo compongono” rientra alla perfezione in questa categoria di pensiero.

Uno sguardo sul futuro prossimo della nostra società, attraverso l’analisi delle sue evoluzioni tecnologiche e del ruolo sempre più centrale della Rete. Un libro che non si rivolge solo agli addetti ai lavori, bensì a quanti vogliono provare a gestire il cambiamento invece di subirlo passivamente.

 

La tecnologia corre più velocemente della legislazione, che non riesce a tenere il passo. Pensiamo ad esempio alla protesta dei tassisti contro Uber o alle questioni legate alla privacy nella gestione dei dati personali. Alcune innovazioni, in effetti, hanno mutato radicalmente le nostre abitudini, il nostro modo di socializzare e dialogare, cambiando il modo di relazionarci con gli altri e anche di fare business. Ciò che il libro, edito da Dario Flaccovio Editore, ci restituisce è la conoscenza delle incredibili prospettive insite nelle tecnologie che già usiamo nella vita di tutti i giorni e che diventano sempre più trasparenti.

Il lavoro di Bandiera è arricchito da originali contributi di diversi esperti in materia di innovazione che hanno fornito, liberi da condizionamenti, la loro prospettiva personale e professionale sui temi di volta in volta affrontati.

 

Rudy Bandiera ci accompagna per mano nelle aziende che stanno costruendo il nostro futuro, svelando i segreti del loro successo e le loro strategie: Amazon e la sua teoria della coda lunga, Apple, Microsoft, Facebook e Google con i suoi google glass ma anche con il suo smartphone interamente personalizzabile. Cinque big players che cambiano ogni giorno il nostro modo di percepire la realtà, modificando addirittura il senso delle parole del nostro vocabolario e monitorando i nostri rapporti sociali.

L’autore vaglia ad una ad una le tecnologie che queste aziende integrano e sfruttano per costruire il web 3.0, ma allo stesso tempo invita il lettore a riflettere sul pericolo di una tecnocrazia governata dalle multinazionali.

 

Sono, in particolare, otto le tecnologie che cambieranno il mondo: mobile internet, intelligenza artificiale, internet delle cose con oggetti in grado di interagire tra loro e accedere alla Rete e ai dati in essa contenuti, cloud, robotica, nanotecnologie, big data, social network. Queste tecnologie, fuse in misura consona, porteranno alla nascita di una nuova generazione di macchine e di persone.

 

Altro passaggio cruciale del libro è il racconto dell’evoluzione del Web 2.0, che ha la sua massima espressione nei social network, in Web 3.0, cioè un mondo di tecnologie interconnesse con al centro la persona e la sua reputazione, un insieme più o meno fluido di web semantico, web 3D, realtà aumentata e web potenziato.

Se è inutile, dunque, opporsi ai cambiamenti in atto, conviene pertanto farne parte, per essere consapevoli degli eventuali rischi ma soprattutto per comprendere le opportunità da cogliere.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi