Cocoon Evo, l’incontro perfetto tra tecnologia e progettazione

cocoon evo originalAlla prima edizione comunitaria della Maker Faire, fiera degli artigiani del XXI secolo che si avvia oggi, la Tekla srl presenterà il padiglione in Etalbond, realizzato con la collaborazione del Mediterraneran FabLab di Cava de’ Tirreni

 

Parte oggi – fino al 6 ottobre 2013 – in collaborazione con Arduino e la rivista Make, avrà luogo a Roma la prima edizione comunitaria della Maker Faire, fiera degli artigiani del XXI secolo.
In quella occasione, tra i tanti espositori che presenteranno le loro invenzioni – dai violini stampati in 3D agli orti verticali, ad installazioni innovative fino ai minirobot intelligenti che annaffiano le piante – sarà presente anche Tekla srl, Azienda – Socia di Confindustria Salerno -leader nella produzione di qualsiasi tipo di chiusura nel mondo edilizio.

In mostra sarà infatti il padiglione in Etalbond di 600 x 600 x 320 cm, che la Tekla ha realizzato grazie alla collaborazione ormai rodata con il Mediterranean Fablab di Cava de’ Tirreni e a quella sicuramente riuscita con la Erval Colour.

Cocoon EVO – questo il nome del padiglione che è la versione evoluta di un progetto già portato a termine nel maggio scorso (l’originale era, infatti, un padiglione realizzato in cartone ondulato, risultato del workshop GH_to Fabrication tenutosi al Mediterranean FabLab di Cava de’ Tirreni dal 13 al 16 maggio 2013 in collaborazione con Co-de.iT) è composto da 360 pezzi esagonali, ciascuno diverso dall’altro, ed è installato al Piazzale Kennedy del Palazzo dei Congressi dove si tiene la fiera.

L’installazione è il risultato di un percorso di ricerca e sperimentazione intrapreso dal Mediterranean FabLab, in collaborazione con Co-de.it e per l’appunto Tekla srl, da sempre partner del laboratorio digitale metelliano, che ha permesso la prototipazione e la produzione del padiglione attivando, in tal modo, un processo di forte innovazione e aggiornamento all’interno della sua stessa realtà, aprendosi dunque a metodologie e prospettive nuove.

«La vera conquista – dice l’architetto Amleto Picerno Ceraso – è stata quella di essere riusciti a stampare un oggetto dalle forme complesse, piegate nello spazio, attraverso tutti elementi planari, sfruttando le opportunità tecnologiche e i macchinari già presenti all’interno di Tekla, dall’alta flessibilità e potenzialità ancor meglio impiegate con il progetto Cocoon EVO».

«Quando Tecnologia e Progettazione si incontrano in modo vincente – presenta così il sodalizio con il Med Fab Lab la Technical Manager e Responsabile della Direzione di Tekla, Ing. Valeria Prete, l’unico risultato possibile è la Creatività costruttiva. Con l’Architetto Ceraso abbiamo condiviso più esperienze in questo anno e il nostro sognare industrioso ben si allinea con il suo ingegno progettuale. La Maker Faire è per noi motivo di forte orgoglio, risultato di mesi di lavoro e studio. Sappiamo bene che questo è solo l’inizio e ci piace viverlo con lo stupore e gli occhi di un bambino al suo primo giorno di scuola, pieni di euforia per quel futuro che si sta costruendo a piccoli passi». 

Al prossimo progetto, allora. Al prossimo piccolo sogno che diventa piccola realtà.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi